Una delle problematiche che maggiormente riguarda il calcestruzzo è il mantenimento della lavorabilità del fresco nel tempo, dopo la sua miscelazione. Questo a causa dei lunghi trasporti o delle diverse applicazioni dove il calcestruzzo deve mantenere la stessa fluidità e reologia nel tempo, senza indurirsi. Molti additivi fluidificanti non permettono di aumentare la lavorabilità e per questo motivo lo studio e lo sviluppo di prodotti atti ad estendere la lavorabilità nel tempo è necessario “workability retention agent (WRA)”.

Estensore di lavorabilità Copolymer 3973

Molte volte il calcestruzzo addizionato con superfluidificanti necessità di un aumento di lavorabilità nel tempo, incrementando così la possibilità di avere un calcestruzzo fluido anche dopo la sua produzione. Questi additivi permettono, in miscela con superfluidificanti, di aumentare la lavorabilità nel tempo, senza determinare un cambiamento drastico nei tempi di presa e nelle prestazioni meccaniche del calcestruzzo indurito.

Per questo bozzetto Group ha studiato e sviluppato un polimero acrilico modificato atto a migliorare la lavorabilità nel tempo.

Menu