Il controllo della qualità dell’acqua impiegata nei processi di detergenza domestica o industriale è di grande importanza per garantire sia il funzionamento del prodotto detergente, sia la pulizia delle apparecchiature.

È noto che la funzionalità dei comuni tensioattivi usati nella preparazione dei detergenti può essere compromessa dalla presenza di ioni metallici in soluzione, quali il calcio e il magnesio, che comunemente si trovano nelle acque di rete. L’unico modo per salvaguardare l’attività del detergente nella rimozione dello sporco è dotare il formulato di un componente strutturale, definito builder, che ha lo scopo di controllare la durezza dell’acqua.

La presenza di cationi in acqua è anche responsabile della formazione di precipitati salini (calcare) che provoca la formazione di incrostazioni all’interno delle apparecchiature usate nei processi di lavaggio compromettendone il funzionamento. Anche in questo caso, l’utilizzo di un inibitore di incrostazione è di massima importanza.

Giovanni Bozzetto propone agenti chelanti e disperdenti studiati per il controllo della durezza dell’acqua e l’inibizione della formazione di incrostazioni, utilizzabili nei seguenti settori della detergenza:

  • Lavastoviglie (domestica e professionale)
  • Lavabucato (domestica e professionale)
  • Lavaggio auto
  • Lavaggio superfici dure
Menu